Advertising Console

    Kenzo boccia la moda: tutta uguale, bisogna cambiare. Parla lo stilista fondatore dell'omonima maison

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    50 visualizzazioni
    Milano, (TMNews) - Nella moda, come nella vita, bisogna avere il coraggio di cambiare e di essere diversi. Per lo stilista giapponese Kenzo Takada è questa la chiave per creare collezioni originali e non perdersi in un mondo in cui tutto sembra già visto. A 13 anni dal suo addio alla casa di moda che ha fondato, lasciata alla sua assistente, il giudizio sui suoi colleghi è spietato."Al momento quello che trovo triste è che tutto il pret-a-porter, tutte le case di moda facciano la stessa cosa. Lo vedo quando guardo le foto, sono tutte uguali. E' vero ci sono alcuni designer che catturano la mia attenzione, ma penso che ogni cosa sia troppo globalizzata, ed è un vero peccato". Uniche eccezioni positive per Kenzo sono Dior e Saint Laurent. Non risparmia parole di lode anche per i due stilisti che ora sono la mente creativa della sua casa di moda, Humberto Leon e Carol Lim."E' fantastico, i designer di Kenzo hanno portato una ventata di freschezza, giovinezza e dinamismo. Li ho incontrati una o due volte, guardano anche molti archivi e io sono felice".Nonostante la moda sia stata da sempre la sua vita, Kenzo non ha alcuna intenzione di tornare nel mondo delle passerelle. "Non credo che tornerò alla moda - dice - ci sono questi giovani designer, è meglio lasciar fare a loro".(immagini Afp)