370 - Cafiero De Raho Federico al Premio Borsellino 2012

Prova il nostro nuovo lettore
Vincenzo Cicconi
3
48 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Federico Cafiero De Raho, procuratore della direzione antimafia di Napoli, è il “segugio dei boss” camorristi coordinando con professionalità e successi indiscutibili il pool di magistrati contro la camorra e casalesi.
Consapevole dei grandi sacrifici che comporta una lotta così dura, a rischio della sua vita, con Roberto Saviano negli anni è diventato il simbolo più vero e più concreto della vittoria dello stato contro la camorra.
Fu il primo, nel ’95, molto prima di “Gomorra” a sottolineare la potenza criminale e il forte radicamento di questo clan.
Dalla testimonianza di Falcone e Borsellino ha ereditato il suo impegno, credendo - da magistrato - che per capire e combattere il fenomeno della criminalità organizzata occorra anzitutto rendere conscia la sensibilità collettiva del suo radicamento, della moltitudine delle forme con le quali si manifesta e si insinua nelle realtà locali, grazie alle quali riesce ad assumere quella portata nazionale.
Per la sua lotta per una nazione più giusta, più libera, più civile, più bella, a Federico Cafiero De Raho il Premio Borsellino 2012 per la legalità.

0 commenti