359 - Manuela Iatì al Premio Borsellino 2012

Vincenzo Cicconi
3
12 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Manuela Iatì, giornalista distintasi per coraggio e capacità nel settore della comunicazione rilanciando con grinta e determinazione, quel giornalismo d'impegno che da tempo sembra essersi sbiadito nel panorama dei media italiani, in una società diventata un deserto, dove si attende una giustizia che non arriva mai.
Per il suo lavoro sempre professionale, onesto e coraggioso in una terra difficile come la Calabria.
Per il suo giornalismo trasparente. Per la coraggiosa denuncia e puntuale informazione.
Non improvvisata. Non neutra. Non distaccata.
Come quella di Biagi la sua è una penna che lascia il segno.
Una penna che va al sodo, senza tanti fronzoli, senza paura, senza tentennamenti, schierata apertamente contro le mafie che corrompono la sua terra di Calabria.
Viene premiata per il coraggio e la professionalità che anima il suo agire, per l'impegno e la serietà che esprime nel suo ruolo, svolto con un'immagine di assoluta normalità e sobrietà.
A Manuela Iatì il Premio Borsellino 2012 per il giornalismo

0 commenti