Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Ruoppolo Teleacras - Contromano, 4 morti

5 anni fa22 views

Il servizio di Angelo Ruoppolo Teleacras Agrigento ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) dell' 11 giugno 2009. Pensionato contromano sul viadotto "Morandi" ad Agrigento investe auto con a bordo una donna al terzo mese di gravidanza, e 2 bambini. E' morto lui, la madre incinta, ed uno dei 2 figli (per il video in Alta qualità clicca su HQ in basso a destra dello schermo).
Ecco il testo:
Agrigento. Il viadotto "Akragas" o "Morandi" , dal nome di Riccardo Morandi, l' ingegnere che lo ha progettato a due bretelle. Una scende verso la "Marina" di Agrigento, ed una sale da Porto Empedocle verso la città dei Templi. E così non è stato questa mattina. Un pensionato, Luigi Avellone, 85 anni, nato a Palermo e residente a Roccapalumba. Al volante di una Fiat "Punto". Dallo stadio "Esseneto" verso il viadotto. Contromano. Incredibile ma vero. Marcia e procede. Lungo il senso contrario. Alcuni lo incontrano sul tragitto. Tentano di segnalargli il pericolo. Inutile. Lui, il pensionato corre verso la morte sua e degli altri malcapitati. Tragedia della sventura. Da Porto Empedocle verso Agrigento ecco una Mercedes "Classe A". A bordo una donna incinta al terzo mese di gravidanza, Nazarena Piro, 40 anni, nata a Cammarata, residente ad Agrigento, e due bambini. Il destino malvagio e crudele, scritto l' 11 giugno del 2009, si materializza. L' impatto, lo scontro frontale, inevitabile. Il pensionato sulla Fiat "Punto" muore sul colpo, e così anche la donna. Il figlioletto nel grembo materno è morto anche lui prima di nascere. Uno dei due bambini, Mattia Pontillo, di 6 anni, è ferito gravemente, è stato trasferito in elisoccorso all' Ospedale "Cannizzaro" a Catania, ed è morto in serata poco dopo le ore 19. Il fratello più piccolo, Elia, di 4 anni, è ricoverato in Ospedale, ad Agrigento, ma non è in gravi condizioni. Sul viadotto "Morandi" hanno lavorato i Vigili del Fuoco, i Carabinieri del Capitano Giuseppe Asti e la Polizia del Commissario Corrado Empoli. Il marito di Nazarena Piro è l' agrigentino Mimmo Pontillo, conosciuto in città, insegna alla Scuola "Esseneto", è un musicista, impegnato nella "Compagnia di canto e musica popolare".