Milano, la vita difficile dei ciclisti tra auto e lavori. Anche al tempo di Pisapia le due ruote faticano a imporsi

15 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Le piste ciclabili a Milano ci sono, almeno in certe zone della città, ma la vita di chi usa la bicicletta resta difficile nel capoluogo lombardo, anche al tempo della Giunta Pisapia che sulla promozione delle due ruote aveva puntato forte in campagna elettorale. Spesso però sulla strada dei ciclisti si trovano auto o addirittura furgoni parcheggiati, come accade in questo caso in via Carducci, oppure a interrompere la marcia dei ciclisti ci pensano i lavori in corso , come succede, per esempio, in via Olona.Anche al netto di questi disagi, comunque, la vita di chi usa la bicicletta in centro a Milano è esposta a due altri storici "nemici", oltre ovviamente al grande traffico: il pavè, caratteristico di molte delle più antiche vie cittadine, e i binari del tram, trappola potenzialmente letale per le ruote delle bici. E spesso questi due elementi sono combinati insieme, rendendo ogni viaggio ciclistico più che una passeggiata ecologica una piccola sfida di sport quasi estremo.

0 commenti