Brasile, Joaquim Barbosa primo presidente nero alla Corte Suprema. Discendenti di africani maggioranza ma non al vertice istituzioni

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

916
17 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Brasile, (TMNews) - La prima volta di un nero alla presidenza della Corte Suprema del Brasile: si chiama Joaquim Barbosa, 58 anni, il giudice destinato a entrare nella storia, confermando la tendenza al cambiamento nel Paese dove i discendenti degli schiavi africani sono la maggioranza della popolazione, ma continuano a occupare le posizioni più basse della scala sociale. Barbosa, dopo aver assunto la guida della più alta istituzione giudiziaria, ha commentato: "Siamo la maggioranza ma è un fatto straordinario essere riusciti a diventare presidenti". Nato in una famiglia semplice dello stato del Minas Gerais, ha ricoperto diverse posizioni fino ad essere inviato alla Corte Suprema nel 2003 dal presidente Lula. Barbosa si è distinti per l'uso di parole straniere nei discorsi in portoghese, dato che parla francese, inglese, tedesco e spagnolo. Noto per la sua rigidità nei processi per corruzione e cattiva condotta etica, ha detto che come presidente darà priorità alla difesa delle opinioni.(immagini Afp)

0 commenti