Ruoppolo Teleacras - Agrigento, città dei se, ma e però

Bestiacane
422
6 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
ll servizio di Angelo Ruoppolo Teleacras Agrigento del 27 agosto 2008. Agrigento, città dei se, i ma ed i però. Inquinamento a mare e crisi idrica, eterne incompiute, tra confusione e caos (Per il video seleziona Alta qualità in basso a destra dello schermo)
Ecco il testo:
Agrigento, la citta' dei se, i ma, i pero'. SE vi fosse il depuratore al Villaggio Peruzzo non vi sarebbe bisogno dei pennelli a mare. PERO' SE vi sono i pennelli a mare MA manca il depuratore allora i pennelli sono abusivi. E SE i pennelli sono abusivi allora SE sono rotti come si procede ? La legge vieta la sostituzione delle tubature. Il Parf, il Piano della rete fognante, impone il collegamento del depuratore ai pennelli, che funzionerebbero senza depuratore solo nei casi di emergenza, quando il depuratore e' guasto. MA, la domanda, e SE i pennelli sono fatiscenti, logorati dalla salsedine? La risposta: si riparano. PERO', SE si interviene per tamponare, anno dopo anno, allora il pennello si trasforma come un copertone di un'automobile, bucato e riparato tante volte, o come una calza befanesca, rammendata e cucita. Ancora SE il Piano della rete fognante disegna il depuratore al Villaggio Peruzzo, il nuovo Piano regolatore, PERO', trascina il depuratore in contrada Sant'Anna. Dunque SE i pennelli di San Leone fossero collegati al depuratore di Sant'Anna, opportunamente potenziato, allora, forse...MA, PERO' occorre l'autorizzazione dell'Ato idrico, i tempi della politica e dei cantieri. Che confusione. Nel frattempo, il mare e' sempre piu' blu, come il cielo di Mino Reitano. Altri SE, MA e PERO'. A Roma hanno pensato: SE i Carabinieri difendono la condotta dell'acqua dissalata da Gela ad Agrigento allora risolviamo la crisi idrica. Si', e' vero. I Carabinieri in pochi giorni hanno sortito lo stesso effetto del prefetto Mori contro il brigantaggio in Sicilia. I militari hanno scoperto tanti furti, hanno scavato e debellato altrettante condotte sotterranee, recuperando piu' di 100 litri di acqua al secondo. Tanto quanto un dissalatore. Ad Agrigento pero' l'acqua manca sempre. Come dire, chiamatela come volete, sempre Agrigento e'.

0 commenti