Parigi dichiara guerra all'inquinamento da traffico. Il sindaco Delanoe propone ecoincentivi e pedaggi

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

900
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Parigi (TMNews) - Troppe auto, troppi scooter, troppo inquinamento. Parigi ha deciso di intensificare la lotta contro il traffico automobilistico, principale causa dello smog nella capitale.Il sindaco, Bertrand Delanoe, ha presentato il suo piano al Consiglio municipale di Parigi. Tra le misure previste c'è, se ci sarà l'avallo del governo, l'incentivo alla rottamazione di veicoli più vecchi e inquinanti. Tra le ipotesi c'è anche la riduzione del limite di velocità sulle strade urbane e sull'anello periferico (da 80km/h a 70 km/h), con un netto aumento delle zone "a traffico lento".Nelle settimane scorse il sindaco si è detto anche favorevole all'introduzione di un pedaggio, non per tassare l'ingresso nella capitale come avviene già a Londra e Stoccolma, ma per circolare su alcune arterieprincipali, le cosiddette "autostrade metropolitane".Negli ultimi dieci anni la circolazione automobilistica a Parigi è diminuita del 25%. Solo il 7% degli abitanti della capitale utilizza l'automobile quotidianamente per recarsi al lavoro, mentre è aumentato nettamente l'uso della bicicletta, che rappresenta il 3,1%.(Immagini Afp)

0 commenti