Advertising Console

    L'altra America, quella dell'uragano Sandy: voto non è priorità. Oltre un milione di persone senza casa e corrente

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    22 visualizzazioni
    Roma, (TMNews) - Mentre il mondo guarda con attenzione i risultati delle elezioni presidenziali, c'è però anche un'altra America, quella colpita dall'uragano Sandy che ha piegato il nord-est del Paese: oltre un milione di persone sono senza corrente da una settimana. Di certo, per loro, il voto e la sfida tra Barack Obama e Mitt Romney, non è la priorità. Le loro preoccupazioni sono quelle di sopravvivere, di ricostruire un tetto sotto cui dormire e di ricominciare una vita normale.Questi sono gli effetti dell'uragano: case distrutte, alberi spezzati, strade dissestate. Non c'è corrente, l'acqua non arriva, il cibo c'è solo grazie alla Croce Rossa. E la situazione è drammatica.David è una delle tante persone colpite da Sandy."Ora la priorità è riorganizzare la mia vita, ricostruire la casa. È tutto ciò che possiamo fare. Non mi interessa della politica, di Obama e di Romney, del voto".Anche per Eneida McGrath, il voto americano ora può attendere."Non posso pensare a qualcosa di diverso che a me e alla mia famiglia, a come stiamo. Mi dispiace, ma ora dobbiamo pensare solo a noi".C'è chi invece, nonostante la terribile situazione che sta vivendo, vuole votare."Sì, vado a votare. È ciò che gli americani devono fare".