Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - Le armi del Venditore ambulante

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    1,6K
    84 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo Teleacras Agrigento ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) del 24 ottobre 2008. Blitz dei Carabinieri. Sequestrate armi e munizioni. Arrestato un Venditore ambulante di Vallelunga Pratameno ( per il video seleziona Alta qualità in basso a destra dello schermo).
    Ecco il testo:
    Quasi come se fosse impegnato a valicare il confine tra la Serbia e la Bosnia Erzegovina inseguito dai croati, o tra il Pakistan e l'Afghanistan inseguito dai talebani, o tra il Messico e gli Stati Uniti braccato dagli americani. E invece no. Lui, Giovanni Lo Buglio, è stato sorpreso in Sicilia, nell'entroterra, in provincia di Caltanissetta, a Vallelunga, il paese del duca Pratameno. Carramba che sorpresa quando i Carabinieri hanno sollevato il sedile passeggero dell'autocarro di Lo Buglio. Armi e munizioni. Eccole quì, su di un tavolo. Una pistola Walther PPK calibro 8. Poi, pensate, mille e 344 cartucce calibro 357 magnum, 38 special, 7 e 65 e 6 e 35. Giovanni Lo Buglio, 48 anni, incensurato ed insospettabile. Lavora come venditore ambulante, con il suo Fiat Iveco, che si è rivelato un carico di armi. I Carabinieri della Stazione di Vallelunga Pratameno e della Compagnia di Mussomeli hanno sorpreso il mezzo a 4 ruote parcheggiato sotto la casa di Giovanni Lo Buglio. Lo hanno circondato. Poi è scattato il blitz. Il quadrupede meccanizzato è stato scandagliato, setacciato. Il sedile è stato ribaltato e da sotto è saltato fuori il mini arsenale. Adesso armi e bagagli sono sotto sequestro. I Carabinieri hanno confezionato un pacco postale e lo hanno spedito ai colleghi del Ris di Messina, il Reparto investigazioni scientifiche. Adesso pistola e cartucce subiranno l'esame balistico per accertare se hanno sparato, e quindi se e dove sarebbero state esplose, svelando, eventualmente, altri reati.