Cina, primo congresso nell'era dei social media: aumenta censura. Più controlli online, i blogger si ingegnano

askanews

per askanews

851
16 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Pechino, (TMNews) - La Cina si prepara ad un cambio ai vertici, il primo nell'era dei social media. In vista del Congresso del Partito Comunista, al via il prossimo 8 novembre, la censura comincia a dare battaglia al mezzo miliardo di persone che abitualmente usa i social network. Sono cittadini e blogger, come Liu Zhiming. "Se devo scrivere la parola 'governo', lo faccio usando dei caratteri cinesi simili" dice, spiegando come aggirare la censura con parole che abbiano suoni simili a quelle proibite o con le immagini.Ma il governo sta rispondendo aumentando i controlli e già arrivano le prime segnalazioni di blocchi e connessioni negate. Cercando informazioni sul Congresso tramite Sina Weibo, una sorta di Twitter cinese, compare la scritta "A causa delle leggi delle politiche e delle normative i risultati della ricerca non vengono visualizzati". Jeremy Goldkorn è un analista dei social media cinesi. "Società come Sina Weibo si avvarranno di squadre di censura manuali, non solo di programmi automatizzati. Così compilano delle liste di persone che secondo loro creano problemi e pensano che diffonderanno materiali sensibili".(immagini Afp)

0 commenti