Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - "Come si uccide una donna"

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    2,2K
    103 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 17 giugno 2011. Svolta nell'ambito delle indagini sull' omicidio di Antonella Alfano ad Agrigento. Arrestato il compagno, il carabiniere Salvatore Rotolo.
    Ecco il testo :
    I ragionevoli dubbi, gli interrogativi e le risposte, ovviamente ipotetiche.
    Perche' gia' il 5 febbraio scorso, quando in un dirupo in via Papa Luciani ad Agrigento e' stata scoperta cadavere carbonizzata Antonella Alfano dentro la sua automobile bruciata, e' stato subito sospettato il compagno di lei, il carabiniere Salvatore Rotolo ?
    Perche' durante i mesi poco prima della morte il rapporto tra i due conviventi e' stato burrascoso. Una badante ha testimoniato che la mattina della morte, lungo le scale, dall'appartamento dei due, a Monserrato, ha ascoltato dei rumori violenti, come un tonfo contro il muro. Poi perche' Salvatore Rotolo e' stato notato a bordo di un ciclomotore da un appuntato dei carabinieri sul luogo di cio' che e' stato creduto inizialmente un incidente stradale, e non e' stato lui, Rotolo, a lanciare l'allarme, nonostante l'incendio fosse in corso. Ecco perche' e' stato indagato per omissione di soccorso.
    Perche' non e' stato un incidente stradale ? Perche' sull'asfalto e sul terreno non vi sono tracce che testimonino una sbandata, o una brusca frenata. Poi la perizia medico -- legale ha accertato che l'incendio della Fiat 600 di Antonella Alfano e' stato provocato, non e' stato accidentale.
    Provocato da chi ?
    Antonella Alfano e' morta prima dell' incendio, e' stata vittima di asfissia. Al culmine dell'ennesimo litigio, Salvatore Rotolo l'avrebbe strangolata soffocandola. Poi, appena si e' accorto che la compagna e' morta e' stato assalito dalla necessita' di occultare il cadavere e mascherare il delitto, simulando l'incidente stradale.
    E come ?
    Ha riposto il cadavere dentro l'automobile, lui ha tirato indietro il sedile lato guida per manovrare l'automobile e spingerla giu' verso il burrone. Infatti il sedile e' stato scoperto molto piu' indietro rispetto a quanto lo avrebbe normalmente usato Antonella Alfano, alta un metro e 60.
    E poi ?
    Poi, giu' nella scarpata del bosco ha infilato una castagna nella gola di Antonella Alfano, affinche' il fumo dell' incendio non gli entrasse nei polmoni, e affinche' si pensasse che la ragazza, masticando la castagna durante la guida, si fosse affogata, e, quindi, fosse precipitata giu' a bordo dell'automobile senza piu' controllo.
    E poi ?
    Poi usando una miscela di benzina e gasolio ha appiccato il fuoco, dunque simulando che l'automobile, dopo l' incidente, e dopo la collisione con un albero, si fosse incendiata provocando la morte della donna. Improbabile : infatti il serbatoio della benzina dell'automobile non e' esploso, e' intatto.
    Ma Rotolo ha compiuto tutto cio' da solo ?
    Forse sarebbe stato aiutato da un complice, al momento ignoto... intervista Renato Di Natale...
    La Procura di Agrigento contesta a Salvatore Rotolo l'omicidio volontario, oltre che incendio e distruzione di cadavere. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale, Alberto Davico, invece risponde : '' e' omicidio preterintenzionale, nel senso che la morte di Antonella Alfano non sarebbe stata nelle intenzioni di Salvatore Rotolo ''. Il Procuratore Di Natale dissente...interviste Renato Di Natale e Girolamo Di Fazio...