Advertising Console

    Oltre 100mila rifugiati siriani in Turchia, situazione drammatica. Condizioni disperate per profughi che lasciano Paese in guerra

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    92 visualizzazioni
    Roma, (TMNews) - Camminano per ore ed ore, percorrendo decine e decine di chilometri per cercare rifugio in uno dei campi profughi al confine tra Siria e Turchia. Il numero dei rifugiati che fuggono dalla Siria e dal conflitto sanguinoso tra ribelli e fedelissimi del regime di Bashar al Assad, cresce a ritmo sempre più elevato.Secondo le Nazioni Unite i profughi hanno superato complessivamente le 250mila unità, cercando rifugio in Turchia, ma anche Giordania, Iraq e Algeria. Per questo il Palazzo di Vetro ha definito la crisi in Siria come "la più grave crisi umanitaria". Si riparano in tendopoli come questa, in condizioni sanitarie, igieniche e alimentari disperate. In particolare, al confine con la Turchia la situazione comincia a essere drammatica. Il numero dei rifugiati siriani, infatti, ha superato 100mila persone. Secondo il governo turco, si tratta di una situazione "disastrosa".Diverse centinaia di persone non sono state nemmeno registrate, e hanno trovato riparo in alberghi e appartamenti del paese.La Turchia ha affermato di non poter ospitare più di 100mila rifugiati, ma il governo di Ankara ha anche assicurato che non chiuderà i propri confini ai rifugiati siriani.Immagini: Afp