Bruce Willis ancora "Die Hard", rifà il poliziotto con i muscoli. In "Un Buongiorno per morire" fa McClane per la quinta volta

askanews

per askanews

884
135 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (TMNews) - Sono passati 24 anni dal primo film della saga di "Die Hard". Allora l'agente John McClane aveva i capelli scuri, i bicipiti gonfiati e l'aria da poliziotto duro, irriverente e un po' volgare. Quel giovane Bruce Willis non si è fermato, ha continuato a interpretare il ruolo cult e a 57 anni torna per la quinta volta in azione, un po' invecchiato ma ancora tutto muscoli e spavalderia.Il film è "Die Hard: Un Buongiorno per morire" e uscirà in Italia il 14 febbraio. Inseguimenti, sparatorie, esplosioni e adrenalina aspettano il protagonista, senza capelli ma sempre in borghese, insanguinato e a tratti comico come da tradizione. Il poliziotto di New York City per la prima volta si ritrova in uno scenario internazionale, catapultato come un pesce fuor d'acqua a Mosca. Il film introduce anche suo figlio Jack, che potrebbe rivelarsi più tosto di lui, e i due dovranno unire le forze per restare vivi e impedire alla malavita russa di mettere le mani sulle armi nucleari.

0 commenti