Advertising Console

    Fc Crotone | Ascoli-Crotone, il Video

    Riposta
    FCTelevision

    per FCTelevision

    45
    17 visualizzazioni
    Sabato 6 ottobre | Altra sconfitta immeritata per il Crotone, che domina in lungo e in largo al Del Duca contro l'Ascoli giocando in dieci per gran parte del match.Drago cambia rispetto alla gara contro il Livorno: dentro Migliore, De Giorgio e Pettinari per Mazzotta, Ciano e Maiello. Silva mette in campo il consueto 3-5-2 con l'ex Loviso in cabina di regia. Parte subito all'attacco il Crotone che si rende vivo dalle parti di Guarna con Gabionetta e guadagna il primo corner dopo circa un minuto di gioco. Ma sugli sviluppi dell'angolo e' l'Ascoli a partire in contropiede ed a passare in vantaggio con Soncin, che di testa firma l'uno a zero. I rossoblu reagiscono subito e vanno vicini al pari in tre circostanze: prima e' Eramo di testa a sfiorare il palo alla destra di Guarna, poi tocca ad Abruzzese, sempre di testa, a colpire la traversa, al 23' ancora ospiti pericolosi, questa volta con Calil, la palla esce di poco fuori. A sette minuti dal riposo il Crotone resta in dieci:Calil commette fallo a centrocampo e l'arbitro estrae il secondo cartellino giallo ai danni del brasiliano. In avvio di ripresa subito una novita' per gli squali: fuori Correia dentro Checcucci e Drago passa alla difesa a tre. Dopo cinque minuti di gioco arriva il pareggio firmato da Abruzzese, ma l'arbitro annulla la rete per una sospetta posizione di fuorigioco, (ma in realta' il gol era nettamente regolare). Ma i pitagorici non mollano e sfiorano il gol ripetutamente: prima Eramo si libera bene del diretto avversario e ci prova di destro, palla che si spegne a lato. Poco dopo e' Pettinari a mandare di poco alto dopo lo stop di petto, passano tre minuti e Vinetot di testa manda di poco alto sulla traversa. In campo, nonostante l'uomo in meno, c'e solo una squadra, il Crotone. I rossoblu vanno vicini alla rete ancora con Eramo, Guarna respinge la conclusione. Ma come purtroppo accade ultimamente, il Crotone crea tanto e viene punito ingiustamente dagli avversari che stanno a guardare per ampi tratti del match. L'Ascoli guadagna una punizione, sulla palla va Loviso e l'ex di turno insacca alle spalle di Concetti direttamente da calciò piazzato. Drago, allontanato dal campo dall'arbitro per proteste, ordina l'ingresso in campo di Ciano e l'attaccante di Marcianise si rende pericoloso prima su calcio piazzato e poi direttamente da calcio d'angolo, in entrambi i casi Guarna ci mette una pezza. Gli ospiti meriterebbero come minimo un gol e ci provano in tutti i modi, ma la palla non entra in porta.