Le aziende alimentari tornano ad assumere, "ma serve sostegno". I giovani imprenditori di Federalimentare riuniti a Roma

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

880
23 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
  • Playlist
Roma (TMNews) - La ripresa dell'Italia passa anche dal settore alimentare dal quale arrivano timidi segnali positivi. I giovani imprenditori di Federalimentare, riuniti a Roma nella struttura che ospita Eataly, parlano di nuove assunzioni in arrivo nel 2013, ma chiedono anche maggiore attenzione alla manifattura e regole diverse per favorire la ripresa. La presidente Annalisa Sassi. "Ci si deve allineare all'Europa - ci ha detto la n.1 dei giovani imprenditori di Federalimentare - in tutto e per tutto, soprattutto nei costi di sistema. ed è questo l'appello che noi facciamo ai nostri politici, ai nostri regolatori. Dobbiamo chiedere una politica industriale e dobbiamo chiedere fermamente una politica industriale che sappia confrontarsi almeno nello scenario europeo".Presente al forum anche il presidente di Federalimentare, Filippo Ferrua Magliani, che delinea un quadro complessivo della situazione del settore."Un po' più di ottimismo - ci ha detto - ci viene dall'andamento delle esportazioni, che all'inizio dell'anno si muoveva molto più lentamente. Oggi possiamo già dire che siamo vicini a una crescita dell'8% che non è lontana da quella del 10% dell'anno scorso".Ferrua chiede al governo "piccoli aiuti", e ricorda le politiche velatamente protezioniste adottate da diversi Paesi stranieri.Nel corso della giornata romana Federalimentare e Intesa Sanpaolo hanno siglato un protocollo d'intesa per il sostegno e lo sviluppo della filiera agroalimentare.

0 commenti