Fiat di Pomigliano, blocco stradale dei cassintegrati. Chiedono garanzie occupazionali, previste nuove proteste

askanews

per askanews

886
16 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Napoli (TMNews) - Allo stabilimento Fiat di Pomigliano d'Arco in provincia di Napoli la calma sembra regnare sovrana ma in realtà la tensione resta alta. Alcune decine di cassintegrati hanno bloccato per alcune ore un incrocio adiacente la villa comunale di Pomigliano contro la mancata assunzione di tutti i lavoratori Fiat nella Newco. "Abbiamo manifestato per dire che l'incontro che c'è stato a Roma non ha chiarito il nostro futuro. A luglio del 2013 scadrà la nostra cassa integrazione per cessazione di attività e ci ritroveremo senza un lavoro".Il futuro della Fiat è quant o mai incerto e per i lavoratori hanno deciso di continuare a lottare per le garanzie occupazionali. Una nuova manifestazione di protesta, "senza alcuna bandiera", è stata decisa dai cassaintegrati dello stabilimento Fiat di Pomigliano, per il prossimo 3 ottobre, insieme ad altre forme di protesta tra cui anche un presidio permanente davanti allo stabilimento.

0 commenti