Brindisi, frode su energia verde per 182 mln: nei guai 6 società. Impianti già sequestrati in aprile per lottizzazione abusiva

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

926
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Brindisi, (TMNews) - Una maxi frode sulle energie rinnovabili. La Guardia di Finanza di Brindisi ha scoperto un'indebita richiesta di fondi pubblici da parte di sei società di capitali per 182 milioni di euro, di cui 11 circa già erogati.Sei società elettriche avevano chiesto finanziamenti pubblici per realizzare impianti fotovoltaici attestando falsamente il rispetto dei requisiti previsti dalla legge. Gli impianti, però, erano stati costruiti su terreni lottizzati abusivamente e trasformati senza autorizzazione urbanistica su aree specificatamente tutelate dal vincolo paesaggistico. Gli impianti erano già stati posti sotto sequestro il 17 aprile scorso.Il Gestore dei Servizi Energetici è stato informato al fine di avviare la procedura di sospensione degli incentivi non ancora erogati pari a 171 milioni di euro.

0 commenti