Ruoppolo Teleacras - Lampedusa, arresti e trasferimenti

Prova il nostro nuovo lettore
Bestiacane
601
34 133 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 22 settembre 2011. Dopo la battaglia campale a Lampedusa. Questura e Procura di Agrigento arrestano 4 tunisini presunti responsabili dell' incendio al Cpt. Trasferimenti in corso.
Ecco il testo :
Oggi, 22 settembre, e' giorno di festa a Lampedusa, perche' si festeggia la santa patrona dell' isola, la Madonna di Porto Salvo. Ieri, invece, 21 settembre, primo giorno di autunno, sara' ricordato come la data della prima battaglia campale di Lampedusa. Tunisini vandali e violenti in rivolta, lampedusani che difendono la loro isola, capeggiati dal sindaco Dino De Rubeis armato con una mazza da baseball, e forze dell' ordine in assetto antisommossa. Poi le indagini, alla ricerca delle mani che il pomeriggio di martedi' scorso hanno materialmente appiccato il fuoco al Centro d'accoglienza, bruciando irrimediabilmente 2 dei 3 padiglioni in contrada Imbriacola. Adesso la Questura di Giuseppe Bisogno e la Procura di Renato Di Natale e Ignazio Fonzo hanno battuto le dita sui tasti della cassa, hanno quantificato quanto ed hanno presentato lo scontrino da pagare ai presunti responsabili. Riscontri e testimonianze. Quattro tunisini sono stati arrestati perche' accusati di essere stati loro a scatenare il rogo. Rispondono di incendio doloso e danneggiamento, ed e' pendente anche l' imputazione di strage, qualora sia dimostrato che quanto e' stato compiuto abbia provocato un rischio alla vita di altre persone. E non solo. Oltre ai 4 sono stati trattenuti in stato di arresto anche altri 7 extracomunitari. 4 sarebbero gli scafisti di uno dei tanti barconi carichi di tunisini approdati a Lampedusa nel corso degli ultimi giorni. Altri tre invece sono rientrati in Italia dopo essere stati gia' espulsi. Il procuratore aggiunto di Agrigento, Ignazio Fonzo, sottolinea : '' la particolare attenzione rivolta, con la efficace cooperazione delle Forze di polizia, al contrasto dello sfruttamento dell'immigrazione clandestina e ai gravi reati a esso collegati ''. Nel frattempo, dopo l'evolversi degli eventi, la quota dei tunisini gravitanti a Lampedusa e' stata ridotta drasticamente, da 1200 a circa 500, altri 300 sono decollati durante la notte, altri ancora al piu' presto.

0 commenti