Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - Spaccio in diretta

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    1,6K
    33 936 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 30 settembre 2011. Maxi operazione antidroga della Polizia e della Procura di Palermo. 67 misure cautelari. Sgominato un traffico internazionale di eroina e cocaina. Altri 6 arresti a Bagheria.
    Ecco il testo :
    Sono stati gia' arrestati 73 corrieri, che hanno ingoiato ovuli di cocaina per superare i controlli alla frontiera. Oggi, invece, dal Palazzo di Giustizia di Palermo sono decollate altre 67 misure cautelari. Il bersaglio dei lanci sono italiani e africani, inseguiti dai poliziotti del commissariato Liberta' e della sezione antidroga della Squadra mobile. Sgominato un maxi traffico internazionale di stupefacenti. Bombardata una presunta associazione a delinquere. Palermitani, nigeriani, tunisini e ghanesi avrebbero foraggiato il mercato di enormi quantita' di cocaina ed eroina. Il viaggio della droga e' stato clandestino e intricato. Spedizioni da Spagna, Venezuela, Nigeria, Mali e Olanda. Intercettate migliaia di conversazioni. Un lavoro certosino di indagine, che ha smantellato una colossale rete di trafficanti. E da Palermo a Bagheria, altri 6 arresti per spaccio di droga. Ecco una intercettazione... uno e' sulla moto, e l'altro e' in piedi, poi dalla tasca fuori la droga, e la bustina e' intascata dall'altro, poi il saluto, cordiale, face to face... E' stata l' inchiesta cosiddetta "Green park", tradotto dall' inglese, "parco verde". Si' perche' gli spacciatori sarebbero stati impegnati innanzi alle scuole e nei luoghi piu' frequentati dalla gioventu' locale. Le indagini dei carabinieri sono state coordinate dal Procuratore aggiunto, Ignazio De Francisci, e sono scattate nel 2010 a seguito delle segnalazioni di insegnanti e genitori. Particolare il linguaggio cifrato dei pusher per cancellare i sospetti : le dosi sono state intese "pizze" o "spaghetti". Gli spacciatori si sarebbero riforniti a Palermo, e poi la droga, tra cocaina e hashish, sarebbe stata venduta al dettaglio a Bagheria, con un ricarico anche del 300 %. 10 euro a dose per l'hashish, e 50 euro per la cocaina...interviste a Procuratore aggiunto Palermo, Maurizio Scalia, ed a Capo Squadra mobile Palermo, Maurizio Calvino.