Ruoppolo Teleacras - " T' ammazzamu "

Bestiacane
641
34 325 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 21 ottobre 2011. Altra presunta intimidazione contro l'ex sindaco di Porto Empedocle, Paolo Ferrara. Durante il processo "Easy Money" : '' t' ammazzamu ''. Ecco il testo :
Se le parole " T' ammazzamu '' fossero state rivolte in un'altra sede, ad esempio in strada, una piazza, al semaforo, e ad un' altra persona, un cittadino comune, magari al culmine di uno scatto di ira e rabbia, allora sarebbe stato un episodio quasi irrilevante. Se invece " T' ammazzamu '' e' stato rivolto tra le aule e i corridoi di un Palazzo di Giustizia, a margine di un processo contro presunti usurai, che sono stati arrestati, e che sono stati arrestati perche' il presunto usurato li ha denunciati, e che il "T'ammazzamu '' e' rivolto proprio a colui che li ha denunciati, allora tutto quanto sarebbe accaduto assume rilevanza, tanto da meritare una inchiesta, gia' in corso da parte della Procura della Repubblica di Agrigento. Infatti, qui, al Tribunale di Agrigento, in via Mazzini, si e' svolta una udienza del processo cosiddetto '' Easy Money'', denaro facile. Prestiti e interessi a tassi di usura. Il blitz del 18 gennaio 2010. Le manette. L'accusatore e' lui, l'ex sindaco di Porto Empedocle, adesso dirigente di Italia dei Valori, Paolo Ferrara. Ebbene, a conclusione, avviandosi tutti fuori dall' aula, una persona al momento ignota si sarebbe rivolta furtivamente contro Paolo Ferrara minacciandolo cosi' : '' t' ammazzamu ''. E' stata gia' informata l'autorita' giudiziaria, che adesso lavora di conseguenza. Lui, Ferrara, e' parte offesa al processo "Easy Money", ed e' stato bersaglio di tante e ben altre intimidazioni. L'ultima, in ordine cronologico, risale allo scorso 11 agosto : al cancello della sua abitazione, un mazzo di fiori, un busta con dentro 3 proiettili, ed un foglio, verosimilmente di minacce.

0 commenti