Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - "Mors tua, vita mea", 13 denunciati

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    2,5K
    34 004 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 3 febbraio 2012.
    13 denunciati nel palermitano. Avrebbero incassato le pensioni dei defunti, alcuni morti anche da oltre 25 anni. Truffa da 1 milione e 300 mila euro.
    Ecco il testo :
    Mors tua, vita mea, che tradotto dal latino e' " la tua morte e' la mia vita ". E cosi' sarebbe stato materialmente nel palermitano. Si' perche' la Guardia di Finanza ha fiutato e scovato 13 persone, vive, che avrebbero vissuto con la pensione di altrettante persone gia' viventi e che vive non sono piu'. Morti. Tra Palermo, Bagheria, Termini Imerese, Cefalu', Carini e Partinico vi sarebbero allora i cimiteri dei morti viventi. Si', perche' se e' vero come sarebbe vero che "chi muore tace e chi vive si da' pace", i presunti truffatori avrebbero si' pianto la morte dei defunti, che hanno taciuto per sempre, e poi si sarebbero riappacificati nell' animo e nella tasca incassando la pensione del morto, anche se morto. Genialmente macabro. L' Inpdap, l' Istituto di previdenza per i dipendenti dell' amministrazione pubblica, sarebbe stato truffato per 1milione e 300 mila euro, a tanto ammonterebbe la somma di denaro erogata indebitamente. Le Fiamme gialle hanno scoperto la truffa imperversando al setaccio negli Uffici postali, dove ai 13 denunciati, come delegati, sarebbero state pagate le pensioni dei defunti. Pensate, alcuni morti anche da oltre 25 anni. Pensate, uno degli indagati non solo avrebbe incassato la pensione del genitore defunto, ma anche il sussidio di accompagnamento. Le indagini, per truffa a danno dell' Inpdap, sono state coordinate dalla Procura di Palermo. Sono stati sequestrati 5 conti correnti, con un saldo di oltre 800 mila euro, due libretti di deposito, e del denaro contante riscosso agli sportelli postali per 7 mila euro circa.