Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - Forza d'urto all'arrembaggio

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    2,5K
    33 020 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 4 febbraio 2012.
    Slitta di 4, 5 giorni la protesta di Forza d'urto contro l'espatrio del carburante fuori dalla Sicilia. Ragioni organizzative provocano il rinvio.
    Ecco il testo :
    Se Maometto non va alla montagna la montagna va da Maometto. E cosi' e' in Sicilia. L' esplosione di Forza d'urto provochera' i suoi effetti dinamitardi fuori dall' Isola, oltre lo Stretto, deflagrando a Roma. Alla benzina e' imposto il soggiorno obbligato, l' obbligo di dimora in Sicilia. Non si viaggia fuori dalla regione. Blocchi da in verso l'out. Presidi innanzi alle raffinerie ed allo Stretto di Messina. Cio' che si produce sara' consumato solo in Sicilia. Cosi' come all' Iran e' imposto l'embargo petrolifero, in Sicilia sara' al contrario. Cosi' e' per non danneggiare i siciliani, gia' gravemente danneggiati dal recente stop al trasporto e non solo. Si', perche' in Sicilia si raffina il 40 per cento del carburante bruciato in tutta Italia e le casse della Regione sono vuote. L' obiettivo e' la conquista del gettito petrolifero, o la defiscalizzazione della benzina. Forza d'urto combatte e solo per ragioni organizzative l' inizio delle ostilita', gia' in programma lunedi' prossimo, 6 febbraio, e' stato rinviato di 4, 5 giorni. Quindi il prossimo fine settimana, stop ai pontili delle raffinerie e a Messina, all' imbarco verso Villa San Giovanni. Il presidente del Comitato Forza d'urto, Mariano Ferro, tuona : "non torneremo a fare i blocchi stradali in Sicilia, ma vogliamo portare avanti la nostra protesta. Vogliamo che a decidere sul futuro dei nostri figli sia chi come noi paga le tasse, e se non vedremo fatti concreti non crederemo alle promesse". Nel frattempo, l' Assemblea regionale, su proposta di Michele Cimino, ha gia' approvato la modifica dello Statuto che dirotta in Sicilia il gettito petrolifero. E' una legge costituzionale, e come tale e' oggetto dell'esame, in doppia lettura, di Camera e Senato. Tempi ragionevolmente non brevi. Nelle more, la battaglia di Forza d'urto.