Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - Ministro contro Ministro, Mancino contro Martelli

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    1,8K
    34 314 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 14 febbraio 2012.
    L' inchiesta sulla trattativa tra Stato e mafia a cavallo delle stragi del 92. Al processo Mori depositato il confronto tra i ministri Claudio Martelli e Nicola Mancino.
    Ecco il testo :
    Forse ad una svolta le indagini sulla trattativa tra mafia e Stato. Estate 1992. Ministro contro Ministro. Claudio Martelli, alla Giustizia, cita Nicola Mancino, all' Interno. Martelli ricorda : mi sono lamentato con Mancino del comportamento dei Carabinieri del Ros. Perche' mi sembro' singolare che i Carabinieri avessero degli incontri riservati con Vito Ciancimino e si fidassero di lui. Mancino replica e nega : non ho mai parlato del Ros e di Ciancimino con Claudio Martelli. Ebbene, logica conseguenza : Claudio Martelli e Nicola Mancino, su iniziativa della Procura di Palermo, sono stati a confronto. E il verbale e' stato depositato da Ingroia e Di Matteo al processo Mori, il generale che sarebbe stato tra i protagonisti dei presunti colloqui riservati con Ciancimino a cavallo delle stragi del 92. Ecco, in sintesi, il testo del confronto, il face to face tra Martelli e Mancino. Martelli : Nicola, mi sono lamentato con te del comportamento del Ros. La loro iniziativa degli incontri riservati e' stata arbitraria. Anche perche' era stata istituita la Dia, la Direzione investigativa antimafia, che, seppur ancora non del tutto operativa, sarebbe stata competente ad una simile iniziativa. E con te, Nicola, non ho parlato di trattativa, perche' non ne sapevo nulla. Mancino : si', Claudio, e' vero, il 4 luglio del 92 mi sono incontrato con te, alle ore 10.30, e' scritto sulla mia agenda. Ma abbiamo parlato di altro, sulla opportunita' di lavorare in sintonia. Non ero io come ministro dell'Interno a dover autorizzare il Ros a compiere alcunche'. Martelli : Nicola, no, ti ho parlato anche dell'eccessivo attivismo dei Carabinieri del Ros. Anzi, non ricordo bene se ho parlato con te anche della sponda politica che i Carabinieri del Ros cercavano per le loro condotte, cosi' come mi informo' la dottoressa Ferraro. Mancino : no Claudio, non mi hai mai parlato della dottoressa Ferraro, e del suo incontro con il capitano De Donno. E poi, la Dia non ha sostituito il Ros, ma si e' affiancata agli altri organismi gia' esistenti. Martelli : no Nicola, anzi, ricordo anche che tu mi hai promesso che ti saresti informato sui comportamenti del Ros. Mancino: no Claudio, non ho mai detto che mi riservavo di approfondire in merito al comportamento del Ros, anche perche' non ne avevo titolo. Poteva e doveva approfondire invece il Procuratore di Palermo. Ecco il confronto. Nel frattempo, il processo Mori prosegue. Il pentito Giovanni Brusca, lo ricordiamo, ha indicato Mancino come "terminale finale" del papello, l'elenco delle richieste di Riina allo Stato, tramite Ciancimino, per deporre le armi della strategia stragista. Mancino ha sempre negato e ha querelato Brusca.