Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - "Solo una stretta di mano"

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    3,2K
    33 853 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo ( https://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538 ) Teleacras Agrigento del 17 luglio 2012.
    Ha sempre negato l' incontro, adesso Nicola Mancino ricorda : "si', il primo luglio del 92 incontrai Paolo Borsellino, ma fu solo una stretta di mano".
    Ecco il testo :
    Mancino ha sempre negato. Anche se Borsellino lo ha scritto nella sua agenda grigia : " primo luglio 1992, tardo pomeriggio, colloquio con Mancino e Parisi". Nicola Mancino oggi ricorda e racconta : " si' , con Paolo Borsellino vi fu solo una stretta di mano''. L'ex Ministro e vice presidente del Csm, adesso dante causa del conflitto di attribuzione sollevato dal Capo dello Stato contro la Procura di Palermo, ricorda ancora : " io non conoscevo personalmente Borsellino, ma sapevo chi era, sapevo della sua autorevolezza nel pool anti - mafia di Palermo. Io mi sono insediato al Ministero degli Interni il primo luglio 1992. Ricevo una telefonata interna, dal capo della polizia, Parisi, che mi chiede se avevo niente in contrario a ricevere Borsellino. E Borsellino si incontra con me con una stretta di mano''. Parisi e' morto, pero' vi e' un testimone, il giudice Vittorio Aliquo', che accompagno' Borsellino e che conferma : " e' stata solo una stretta di mano". Il primo luglio 92 Borsellino e' stato a Roma, alla Direzione investigativa antimafia, per interrogare per la prima volta il pentito Gaspare Mutolo. E Nicola Mancino ricorda il racconto dello stesso Mutolo, che ha dichiarato : " quando Borsellino e Aliquo' tornarono dal Ministero, erano delusi per una semplice stretta di mano e per non avere potuto parlare di politica antimafia con il ministro dell'Interno, anche perche' c'erano 400 - 500 persone nei corridoi del palazzo. Borsellino e' ritornato inquieto, fumando una sigaretta dietro l'altra". Dunque, Mutolo chiese a Borsellino: "non e' contento di essere andato al Viminale a salutare il ministro ?" E Borsellino rispose: "ma che ministro e ministro, io ho visto Contrada e Parisi". Poi Mancino conclude : "si', chiudo qui, perche' Mutolo e' stato ritenuto attendibile, io ho la controprova da parte del giudice Aliquo' di tutto quanto e' avvenuto fin dall'inizio. Posso aver peccato a non aver conosciuto personalmente Borsellino, ma sapevo chi fosse Borsellino".