Zimbabwe, da granaio dell'Africa a Paese in ginocchio per fame. Agricoltura collassata, commercianti lasciano lo Stato

30 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (TMNews) - Era considerato il granaio dell'Africa, ma negli ultimi 15 anni l'agricoltura dello Zimbabwe è passata dal boom al fallimento. Le riforme del presidente Mugabe degli ultimi anni hanno costretto molti commercianti a lasciare la loro terra e l'economia rurale è collassata. Se a questo aggiungiamo il catastrofico raccolto di quest'anno dovuto, secondo gli agricoltori, alla mancanza di know-how e a detta del governo a causa di una fortissima siccità, il Paese è davvero in ginocchio. E la carestia si fa sentire."Mangiamo solamente due volte al giorno, una la mattina e una la sera - racconta questa donna - i bambini non posso andare a scuola perchè non c'è nulla da mangiare. Scambiamo il nostro bestiame con un po' di granoturco".Dati allarmanti giungono anche dal Programma mondiale alimentare: la fame colpisce circa 1,6 milione di persone."Le nostre stime dicono che il 19% del Paese necessita di assistenza alimentare, con punte in alcune aree del 30% della popolazione", afferma il direttore del Programma alimentare mondiale per il Paese.Immagini: Afp

0 commenti