Da Dj a giurato a Venezia, Bob Sinclar: la mia vita a 360 gradi. "Felice e orgoglioso di esserci. Io attore? non ho il talento"

askanews

per askanews

847
215 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Venezia (TMNews) - Da Dj a membro della giuria della mostra del cinema di Venezia, Bob Sinclar si mette a nudo davanti alla telecamera e spiega cosa lo ha spinto ad accettare un ruolo così importante e così diverso da quello che lo ha reso famoso in tutto il mondo."Per me è una nuova esperienza - spiega - sono qui con un noto critico cinematografico greco, con una attrice famosissima come Isabella Ferrari, un regista indiano anch'egli molto conosciuto. Insomma, sono molto felice e orgoglioso, sarà utile anche per il mio lavoro"."Fare del cinema non mi ha mai interessato e sinceramente non credo di avere il talento per fare l'attore. Quando fai una cosa devi farla con passione, essere al 200%. Io, quando ho visto per la prima volta un Dj ho pensato che quello era un lavoro veramente intenso".Dalle console delle discoteche al ruolo di giurato in uno dei più blasonati festival del cinema del mondo, Bob Sinclar sta attraversando di certo un momento di grande successo e affermazione personale che, tuttavia, giura, non lo ha per nulla cambiato."Il successo può diventare velocemente una droga - dice Il Dj - e facilmente può dare alla testa e farti credere che tu sei migliore degli altri e al di sopra degli altri, ma è solo un momento. Devi saperlo gestire sennò può portarti a diventare arrogante e a vivere male."Io amo la cultura popolare - conclude - mi piace essere in studio e creare canzoni che interessino alla gente, che passino in radio e continuo a farlo con la stessa qualità e la stessa emozione di sempre".(Immagini Afp)

0 commenti