"Paradise Faith", a Venezia 69 il film scandalo è servito. Nella pellicola una ultra cattolica fa sesso con un crocifisso

3.540 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Venezia, (TMNews) - Una donna ultradevota alla fede cristiana che fa sesso con un crocifisso. Il film scandalo della Mostra del cinema di Venezia 2012 è servito. A realizzarlo il regista austriaco Ulrich Seidl: "Paradise: Faith" è il secondo capitolo di una trilogia sul paradiso, inteso come ricerca della felicità"Il film - ha detto il regista - si intitola così perché i personaggi principali sono alla ricerca del paradiso. Vogliono trovare la felicità. E che questa ricerca possa portare all'inferno, è un'altra storia".La pellicola racconta la vicenda di una cinquantenne convinta che il Paradiso sia Gesù. Tra missioni religiose, autoflagellazioni e percorsi di preghiera in ginocchio la donna vive un conflitto in casa con il marito musulmano. Anna Maria scoprirà che la fede non è quel paradiso che cercava.Il regista austriaco non è stupito delle possibili critiche o dallo scandalo che potrebbe suscitare la sua opera. "Se questo film - ha detto - disturberà critici e spettatori significa che una ragione c'è. Ma non tutti lo troveranno scioccante. Dipende sempre dalla percezione che si ha delle immagini"Il lavoro di Seidl sulla religione è cominciato sette anni fa. Il regista ha girato l'Austria di porta in porta con la statua della Madonna e ha fatto il test con l'attrice per vedere come riusciva a convincere i fedeli.

0 commenti