Segnali dalla crisi globale: l'economia indiana torna a correre. Nel terzo trimestre il Pil segna +5,5%, meglio delle previsioni

Try Our New Player
askanews
896
44 views
  • About
  • Export
  • Add to
New Delhi (TMNews) - Una crescita più veloce rispetto alle previsioni. L'economia indiana ha riservato una piacevole sorpresa agli analisti internazionali: il Pil del colosso asiatico ha infatti segnato, nel terzo trimestre 2012, un +5,5%, dato più alto del +5,2% atteso. Un dato che, pur a fronte di perduranti problematiche, potrebbe rappresentare un segnale importante per l'economia globale, che paventava una frenata più drastica della locomotiva indiana. Le cui performance, secondo gli economisti locali, restano comunque ancora al di sotto delle potenzialità a causa della mancanza di riforme e agenda economica, nonché della corruzione.Tra i fattori positivi gli esperti indicano il taglio dei tassi d'interesse da parte della Banca centrale indiana, il primo in tre anni, che ha portato il costo del denaro all'8%. L'inflazione però rimane elevata e il ritardo dei monsoni mette in pericolo il settore agricolo. Nonostante i problemi, comunque, l'India prova a ripartire. La sfida è mantenere questo trend positivo anche per i prossimi mesi, cosa al momento tutt'altro che scontata, ma che qualcosa si muova in uno dei Paesi chiave per lo scenario economico globale è comunque una buona notizia e forse un segnale che la fine della grande crisi potrebbe non essere troppo lontana.

0 comments