Un treno-teatro ad Auschwitz per non dimenticare l'Olocausto. Si recita sui vagoni dei treni per i deportati

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
71 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Per trasformare questo vagone in un set di teatro basta appena un'ora. Un'operazione che si ripete da metà luglio, quando il treno è partito da Praga. Una tournée teatrale che dalla Repubblica Ceca è arrivata ora a Auschwitz. La compagnia mette in scena a ogni tappa una piece in omaggio ai sei milioni di ebrei morti durante l'Olocausto. Pavel Chalupa, direttore del festival di cultura ebraica:"I vagoni sono delle copie di quelli che servivano a trasportare nei campi di sterminio i prigionieri. Il primo è originale".Prima dell'ultimo spettacolo, la troupe ha vistato Auschwitz. La cantante Zuzana Wirthova:"Spero di riuscire a cantare questa sera. Già durante tutte le tappe ero molto emozionata. Ora recitare proprio qui, nel luogo simbolo dell'Olocausto è una emozione indescrivbile"Ispirata a due storie vere la piece racconta la deportazione di un gruppo di ricchi commercianti americani e di una ballerina ebrea. La protagonista della piece:"A un certo punto in scena ho elencato una serie di nomi. In quel momento nella mia testa ho rivisto le foto e i ritratti dei deportati che sono esposte al museo di Auschwitz. E' stato davvero emozionante"Gli spettatori hanno accolto con calore gli attori e hanno applaudito la storia. La tournee teatrale è finita sui binari di Auschwitz, ma tutti assicurano che torneranno con un nuovo repertorio.(Immagini Afp)

0 commenti