New York, Bloomberg: killer un 53enne che era stato licenziato. Il sindaco: nove feriti, nessuno in modo grave

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
25 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
New York (TMNews) - E' un uomo di 53 anni e non un 20enne come si era ipotizzato nelle prime ore, l'uomo che ha terrorizzato New York sparando nei pressi dell'Empire State Building. Lo ha spiegato in conferenza stampa il sindaco della città Michael Bloomberg."Un uomo - ha detto il primo cittadino - che era stato licenziato dal suo lavoro circa un anno fa, ha cominciato a sparare alle 9.03 vicino all'Empire State Building, nella strada. Ha ucciso una persona e almeno nove sono rimaste colpite. La polizia ha risposto al fuoco e ha ucciso lo stesso killer. Tutti i feriti non sono gravi e tutti è previsto che si riprendano in fretta"."Questa è una tragedia terribile - ha aggiunto Bloomberg - e non c'è dubbio che la situazione poteva essere molto più tragica senza l'eroismo delle forze dell'ordine".Il sindaco e i portavoce della polizia hanno poi spiegato che la vittima era un ex collega del killer, che è stato colpito per tre volte. Bloomberg ha voluto anche ribadire che New York resta una città sicura. "Ma anche noi - ha ammesso il sindaco - non siamo immuni dal problema nazionale della violenza legata all'uso delle armi da fuoco".

0 commenti