Advertising Console

    Vittoria (RG) - Arresto romeno per omicidio barbone algerino (11.08.12)

    Riposta
    Pupia

    per Pupia

    761
    103 visualizzazioni
    http://www.pupia.tv - Vittoria (RG) - Ieri sera personale della Squadra Mobile di Ragusa, in collaborazione con il Commissariato di Polizia di Vittoria ha posto in stato di fermo U.G.M., rumeno di anni 27, indiziato del delitto di omicidio di un "clochard" di nazionalità algerina.

    Il positivo risultato ottenuto con l'operazione di Polizia è il frutto di una coordinata attività info -- investigativa effettuata dagli Uffici operanti sotto le direttive della Procura della Repubblica di Ragusa, diretta dal Procuratore Capo, Carmelo Petralia.

    Alle ore 1.45 di ieri, personale dipendente interveniva in Vittoria in quella via Trazzera Surdi, poiché poco prima personale del servizio "118" che era intervenuto sul posto aveva segnalato un cadavere il cui corpo presentava varie ferite. Il personale operante, pertanto, constatava quanto segnalato e specificatamente, su un divano posto all'esterno di un casolare, individuava il corpo esanime di un cittadino extracomunitario.

    Sul posto veniva fatto intervenire personale della locale Guardia Medica che ne constatava il decesso, nonché riscontrava diverse ferite lacero contuse al torace, al collo ed altre ferite coperte da alcuni cerotti.

    All'interno dello stesso casolare erano presenti quattro cittadini rumeni, i quali riferivano di condividere con la persona deceduta, da circa due mesi, la stessa abitazione.

    I testimoni aggiungevano altresì che la vittima si faceva chiamare Milud.

    I successivi rilievi foto-dattiloscopici consentivano di identificare la persona deceduta in Halilov Miluod, nato in Algeria nel 1969, clandestino, con precedenti di Polizia. Dai primi esami effettuati sul corpo della vittima venivano rilevate delle ferite prodotte da un corpo contundente che ne avevano determinato la morte.

    Allo scopo di acquisire le notizie necessarie venivano, pertanto, escusse tutte le persone informate sui fatti ed a seguito di tale attività, condotta alla costante presenza del Sost. Procuratore della Repubblica di Ragusa, Marco Rota, intervenuto personalmente sul posto, venivano riscontrate contraddizioni nelle dichiarazioni rese da uno dei testimoni.

    In effetti si è riusciti a dimostrare che U.G.M. nato in Romania nel 1985, dimorante in Vittoria, aveva pestato a morte lo sventurato "clochard" per futili motivi.

    Pertanto il Magistrato ha emesso Decreto di Fermo di indiziato di delitto nei confronti di U.G.M., che è stato immediatamente eseguito dagli Uffici Operanti che conducevano l'arrestato presso la Casa Circondariale di Ragusa. ondaiblea.it (11.08.12)