Advertising Console

    SICILIA TV (Favara) Musica, canto e poesia al Carcere Petrusa

    SICILIA TV

    per SICILIA TV

    44
    31 visualizzazioni
    Portare la cultura nelle carceri è stato lo scopo dell'iniziativa relativa alla Manifestazione Ottobre Piovono libri che si è svolta ieri presso il penitenziario di Contrada Petrusa ad Agrigento. L'incontro è stato promosso per il secondo anno consecutivo dal Comune di Favara in collaborazione con l'Associazione Culturale il Libero Canto di Calliope. Musica Canto e poesia sono stati al centro dell'iniziativa svoltasi presso la sala teatro del carcere. Circa 120 detenuti hanno avuto l'opportunità di trascorrere un pomeriggio diverso, di svago intellettuale. Sicuramente la presenza nell'Istituto di Pena di personalità provenienti dal mondo esterno, per gli ospiti del Petrusa ha potuto rappresentare un ipotetico ponte di collegamento verso la libertà violata dagli sbagli che nella vita ognuno può compiere . Lo sguardo di detenuti oltre che ad essere rivolto verso il Palco della sala spesso, si indirizzava verso le finestre grigliate dello stabile magari riuscendo per un momento ad abbattere le griglie ed ammirare il paesaggio come a voler sperare nella libertà.
    L'incontro si è aperto con i saluti del direttore del Carcere Giuseppe Russo. Presente anche il capo dell'amministrazione comunale di Favara. Presente in Sala anche l'Assessore Comunale alla Cultura Joseph Zambito ed i dirigenti di settore Michele Sorce e Dina Vetro che hanno donato alla Biblioteca del penitenziario diversi libri. Il moderatore della manifestazione è stato il Dott. Antonio Patti che è stato anche il consulente artistico dell'intera manifestazione apertasi lo scorso 8 Ottobre a Favara. Gli intrattenimenti musicali sono stati curati dalla compagnia di Canto e musica Popolare, da Nenè Sciortino e dalla cantante Grace Ciulla magistralmente accompagnata alle tastiere dal maestro Angelo Ventura. Diversi i poeti che hanno recitato dei brani che sono stati particolarmente apprezzati dal pubblico, tra questi ricordiamo, Salvatore Sciortino, Vincenzo Patti, Margherita Rimi e Liliana Arrigo che è anche il Presidente dell'Associazione Il libero canto di Calliope. Particolarmente toccanti sono stati i versi recitati da sei detenuti che frequentano il laboratorio teatrale. I giovani poeti nella loro esposizione hanno parlato di come è difficile stare lontano dai propria affetti. A conclusione dell'incontro il direttore del carcere Russo ha dato appuntamento agli organizzatori dell'evento per il prossimo anno. Sicilia TV per il secondo anno consecutivo in esclusiva ha ripreso integralmente la manifestazione che vi proporrà nei prossimi giorni.