L'aviazione militare Usa varca la nuova frontiera ipersonica. L' X-51-A in grado di toccare i Mach 6: 6.400 chilometri all'ora

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

926
398 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - L'aviazione militare statunitense entra nell'iperspazio. O quasi. Il terzo test dell'ipersonico X-51-A "Waverider" permetterà di disporre di un velivolo senza pilota di 8 metri capace, come mostrano le immagini di questa animazione, di volare a Mach 6, circa 6.400 chilometri all'ora, una velocità, per intenderci, che permetterebbe di volare da New York a Londra in un'ora circa. Nel corso del test l'X-51-A verrà sganciato a 20mila metri dalle ali di un bombardiere a largo raggio B-52 modificato.Il prototipo sarà lasciato precipitare in caduta libera per quattro secondi prima che il motore si accenda spingendo il "Waverider" per 30 secondi a Mach 4.5 per poi accelerare fino a Mach 6, sei volte la velocità del suono, salendo a 25mila metri. Il progetto è finanziato dalla Nasa e dal Pentagono che spera di poter utilizzare il l'X-51-A a scopi militari.Gli ingegneri aerospaziali si augurano che il velivolo possa mantenere i Mach 6 per almeno cinque minuti. Tutto il resto è avvolto nel più impenetrabile segreto militare da cui trapela solo che la tecnologia ipersonica viene considerata l'ultima frontiera dell'aviazione militare made in Usa.

0 commenti