Vatileaks, rinviato a giudizio il maggiordomo del Papa. Tra materiale sequestrato anche assegno di 100mila euro al Papa

askanews

per askanews

871
44 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, 13 ago. (TMNews) -Roma, (TMNews) - "Rinvia il signor Paolo Gabriele a giudizio per il reato di furto aggravato e rinvia Claudio Sciarpelletti a giudizio davanti al tribunale per il reato di favoreggiamento". E' questa la sentenza della magistratura vaticana sul maggiordomo del Papa, accusato di aver sottratto carte riservate di Benedetto XVI e averle divulgate. E intanto padre Federico Lombardi, portavoce vaticano, cita anche una seconda persona, Claudio Sciarpelletti, dipendente della segreteria di Stato, informatico, arrestato il 25 maggio senza che finora se ne sapesse nulla."Le indagini, in base ai rapporti ricevuti, rimangono aperte e continuano. E possiamo continuarle sia nei confronti delle stesse persone per altri eventuali reati, sia verso altre persone che appaiano coinvolte in questi reati". Tra il materiale sequestrato a Paolo Gabriele i gendarmi hanno rinvenuto anche un assegno intestato a Benedetto XVI di 100mila euro, una pepita d'oro e una edizione della traduzione dell'Eneide di Annibal Caro del 1581.

0 commenti