Moda e vita frenetica, i giovani Sikh rinunciano al turbante. Tradizione a rischio, per ravvivarla si punta sulle scuole

askanews

per askanews

901
145 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Punjab, (TMNews) - Un rito di passaggio che i ritmi di vita e la voglia di seguire le mode stanno mettendo a rischio. La cerimonia del turbante, dastar bandi, è un rito chiave per i giovani Sikh: è il giorno in cui, per la prima volta, indossano il copricapo che porteranno tutta la vita come il più importante simbolo visibile dell'appartenenza religiosa. Una tradizione che rischia di scomparire: più della metà dei Sikh del Punjab oggi decide di non portare il turbante e taglia i capelli. Come questo ragazzo: "I capelli corti sono decisamente più alla moda - dice - ecco perchè me li sono tagliati". Una tendenza che preoccupa i custodi della tradizione, rappresentata dalla città di Amritsar, che ospita il Tempio d'oro: temono che con il copricapo i giovani dimentichino la loro identità. "Anche se non capiamo le nostre tradizioni, dobbiamo difenderle per il nostro onore e la nostra storia" spiega Avtar Singh, a caso della società che gestisce il tempio. Come soluzione, qui hanno scelto la scuola: corsi gratuiti dove i ragazzi imparano come si prepara e si indossa un turbante."50 anni fa i bambini imparavano come si fa dai loro padri, o guardando chi lo faceva. Ma oggi i genitori non hanno tempo, è una società materialista" spiega il direttore della scuola. Dalla pratica alla teoria: gli insegnanti sperano che seguendo le lezioni i ragazzi prendano consapevolezza della loro identità e della loro fede.(immagini AFP)

0 commenti