Corteo pacifico dei No Tav, un migliaio in marcia a Chiomonte. Il saluto di Luca Abbà: manifestazione allegra e a volto scoperto

askanews

per askanews

854
46 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Chiomonte (TMNews) - Si è svolto in modo pacifico il corteo organizzato dal movimento No-tav, che da Giaglione nel Torinese si è avvicinato al cantiere della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione a Chiomonte. In marcia anche molte famiglie con donne e bambini; nonostante i timori della vigilia, non c'è stato alcun momento di tensione tra le forze dell'ordine che tenevano sotto controllo il corteo e i manifestanti. Alla marcia hanno aderito i sindaci e gli amministratori delle liste civiche della Valsusa. E c'era anche il leader dei No-Tav, Alberto Perino."E' stata una marcia pacifica, non vogliamo attriti, non vogliamo niente. Ci sono dei nervosismi da una parte e dall'altra quindi meglio stare lontani. Inoltre, teniamo presente che comunque avevano vietato questa marcia quindi siamo riusciti già a fare una buona mediazione e come ho detto in partenza oggi nessuno vince, il risultato è 1 pari, loro hanno tenuto la loro area noi siamo riusciti ad andare al campeggio".Ai manifestanti ha rivolto un appello Luca Abbà, l'attivista precipitato da un traliccio dell'alta tensione durante le proteste nel febbraio 2012. "Non cediamo alle provocazioni - ha detto - il nostro obiettivo è far chiudere il cantiere, ma oggi la manifestazione deve essere allegra e a volto scoperto".

0 commenti