SICILIA TV (Favara) Villa Pompeo a Favara. Il Consigliere Fallea chiede chiusura immediata

64 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Chiesta l'immediata chiusura della Villa Stefano Pompeo di Favara. A denunciare la mancanza di sicurezza pubblica il consigliere comunale del PDL Antonio Fallea. Lo stesso chiede il ripristino immediato dell'impianto di illuminazione che a causa della presenza di fili della corrente elettrica scoperti rappresentano un vero e proprio pericolo pubblico. Stamattina una nostra troupe si è recata sul posto, su segnalazione di una cittadina che denunciava lo stato di degrado della Villa Pompeo. Da un nostro sopralluogo abbiamo potuto constatare come la Villa si presenta in linea di massima pulita. Da circa sei mesi un'ordinanza sindacale impone, a detta dei custodi della Villa, l'apertura al pubblico del sito 24 ore su 24. Attualmente la struttura pubblica è presidiata dalle ore 08:00 del mattino alle ore 20:00 di sera da quattro custodi che svolgono il loro servizio in due turni. Quindi dalle 20.00 di sera lo spazio pubblico è privo di persone atte a frenare l'azione distruttiva dei discendenti diretti di Genserico, che purtroppo a Favara sono tanti. Per la cronaca Genserico era il re dei Vandali e nella Città dell'Agnello Pasquale purtroppo il gene del sovrano barbaro è rimasto nel dna di molti suoi abitanti. Infatti i lampioni dell'illuminazione interni alla villetta sono stati quasi tutti distrutti, problema questo che rappresenta un vero e proprio pericolo per i frequentatori del sito. Da segnalare inoltre che sul posto è stata sfregiata la lapide deposta in memoria del piccolo Stefano Pompeo, l'undicenne ucciso per sbaglio in un agguato mafioso il 21 Aprile del 1999. L'epitaffio in ceramica è stato collocato nel 2002 dall'allora Amministrazione Comunale Airò nel giardino pubblico di Via dei Mille, luogo quest'ultimo che tra l'altro è stato dedicato appunto al piccolo Stefano.

0 commenti