SICILIA TV (Favara) Serata d'onore poeta Salvarore Maragliano

Prova il nostro nuovo lettore
siciliatv

per siciliatv

25
42 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Per una famiglia è difficile accettare la perdita di un proprio caro a causa di una malattia, quando questo avviene, diversi sono gli interrogativi che saltano alla mente di ognuno, perché proprio a noi, che cosa abbiamo fatto di male. In questi casi amici e parenti si stringono intorno alla famiglia colpita dal lutto, per portare del conforto e per cercare di far riaffiorare in loro, i ricordi più belli vissuti insieme a chi non c'è più. Ed è quest'ultima circostanza, ovvero quella della memoria, che è stata al centro della serata di sabato scorso al Castello Chiaramonte di Favara dove è stata ricordata la figura del poeta raffadelese Salvatore Maragliano scomparso lo scorso 16 Giugno. L'iniziativa è stata voluta dalle associazioni culturali: Il libero canto di Calliope e Renato Guttuso presiedute rispettivamente da Liliana Arrigo e Lina Urso Gucciardino e si inseriva nell'ambito della manifestazione di carattere nazionale "Ottobre piovono Libri", a cui l'Amministrazione Comunale di Favara aderisce per il secondo anno consecutivo. Deve essere stata una serata particolarmente emozionante per la signora Franca, moglie del poeta scomparso e per i due figli presenti, ovvero Giuseppe e Giovanna, che hanno assistito ad una manifestazione di affetto nei confronti del proprio congiunto da parte dei presenti. Il memorial è stato coordinato dal direttore artistico della kermesse di promozione letteraria ovvero il Dott. Antonio Patti. Presso la sala del collare del palazzo medioevale di Piazza Cavour i saluti dell'Amministrazione Comunale sono stati portati dall'Assessore con delega al Bilancio Giusy Nobile. Sempre in rappresentanza del Comune di Favara erano presenti anche i dirigenti di settore che hanno programmato gli eventi della manifestazione ovvero la direttrice della biblioteca Comunale Barone Mendola Dina Vetro ed il capo del VI dipartimento pubblica istruzione Michele Sorce. Tra i tanti scritti di Salvatore Maragliano ricordiamo "la quartara" con cui l'artista raffadalese si era aggiudicato l'ultima edizione del premio Ignazio Buttitta, sezione prosa dialettale. Sempre nell'ambito della stessa manifestazione la sezione dedicata alla poesia dialettale era stata vinta dalla figlia di Salvatore ovvero Florinda con il brano "ascunta".Quindi la rassegna organizzata dal centro culturale Renato Guttuso di Favara per la famiglia Maragliano ha rappresentato l'ultima soddisfazione letteraria di Salvatore e la prima di Florinda. Quest'ultima assente al Castello di Favara in quanto risiede a Bologna. Nel corso della serata è stato proiettato in sala un toccante video dove il regista Alfonso Gueli ha voluto tracciare il profilo sia dell'artista ma soprattutto dell'uomo Salvatore Maragliano, grazie alla lettura, effettuata da diversi attori,di brani dello stesso poeta scomparso ed alle testimonianze di vita raccontate dai propri figli. Diversi sono stati gli artisti che hanno voluto ricordare la figura del poeta scomparso sia con propri versi che leggendo quelli scritti dallo stesso Maragliano . Tra questi ricordiamo: Nino Seviroli, Lina Urso Gucciardino, Enzo Argento, Totò Sciortino, Gero Miceli, Stefania Alaimo, Margherita Rimi, Rosalba Gueli, Rosa Maria Montalbano, Enrico Caldara, Liliana Arrigo e Vincenzo Patti che per l'occasione, quest'ultimo, ha esposto al Castello anche le tele prodotte dal laboratorio artistico comunale di pittura da lui diretto. Nel corso della serata è stato dato spazio anche agli intermezzi musicali che sono stati eseguiti dagli artisti: Nenè Sciortino, Santino Capodici, Franco Sodano e da Grace Ciulla accompagnata al piano dal Maestro Angelo Ventura. Particolarmente commossi i figli e la moglie di Salvatore Maragliano che hanno ringraziato tutti i presenti, alla Signora Franca oltre che ad un mazzo di fiori è stata donata anche una targa ricordo offerta dall'Amministrazione Comunale e dall'Associazione il Libero Canto di Calliope. Ottobre piovono libri 2010 a Favara quindi continua, ma sentiamo adesso dalla voce del suo direttore artistico Antonio Patti, quali sono i prossimi appuntamenti.

0 commenti