Advertising Console

    SICILIA TV (Favara) Bilancio mese di Settembre attivita' Polizia Municipale di Ag

    Riposta
    siciliatv

    per siciliatv

    42
    28 visualizzazioni
    È stata denominata Pugno Duro l'azione di controllo svolta dagli agenti del Corpo di Polizia Municipale di Agrigento nello scorso mese di Settembre. In soli 30 giorni i verbali contestati sul territorio cittadino per violazioni al codice della strada sono stati 1550. Le infrazioni più frequenti rilevate dagli agenti del Comandante Cosimo Antonica riguardano violazioni relative a divieto di sosta, guida senza casco, mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, uso del cellulare durante la guida e revisione scaduta degli automezzi. Il Comandante Antonica comunque prosegue ad avere il Pugno Duro anche per quanto riguarda l'attività di censimento nei confronti delle autorizzazioni rilasciate dal Comune di Agrigento relative al parcheggio riservato agli invalidi, infatti dal mese di gennaio ad oggi sono stati concessi solamente 15 nuovi posti auto, 27 invece quelli revocati. Per quanto riguarda gli interventi di infortunistica stradale effettuati a Settembre gli incidenti accertati che hanno registrato lesioni a persone sono stati 25 con il relativo ferimento di 41 soggetti coinvolti nei sinistri e per i quali complessivamente si è riscontrata una prognosi di 426 giorni. Nel corso degli interventi del nucleo di infortunistica stradale i processi verbali redatti dagli agenti sono stati 32 di cui 8 segnalazioni per la sospensione della patente di guida, il ritiro di 2 patenti ed il sequestro di un veicolo perché sprovvisto di polizza assicurativa. Per quanto riguarda le attività del nucleo di vigilanza commerciale invece nello scorso mese sono state elevate 10 contravvenzioni ad altrettanti commercianti per ampliamento abusivo della superficie di vendita. In merito alle azioni scaturite dall'operazione Pugno Duro il Comandante Cosimo Antonica ha dichiarato:"Non intendiamo retrocedere sul rigore contro qualunque forma di abusivismo. È un nostro dovere a tutela degli onesti! riteniamo che la disciplina stradale e commerciale rappresenti la spina dorsale della legalita', intendo quella reale e non quella parlata!".