Strage in Colorado, il dolore di Obama: violenza senza senso. Il presidente americano ad Aurora: sono qui come padre e marito

askanews

per askanews

901
45 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Denver (TMNews) - E' un Barack Obama particolarmente turbato quello che ha incontrato i sopravvissuti e i parenti delle vittime della strage di Aurora in Colorado, tre giorni dopo il massacro di 12 persone alla prima del nuovo film di Batman. "Quando incontri famiglie che hanno perso i loro cari - ha detto Obama - come ho detto a loro, posso solo presentarmi più come un padre o un marito, piuttosto che come presidente". "Io spero - ha aggiunto Obama - che nei prossimi giorni e nelle prossime settimane noi tutti rifletteremo su come potremmo fare qualcosa per combattere questa violenza senza senso di cui soffre il nostro Paese".Il presidente si è recato all'ospedale universitario di Aurora per dire alle famiglie delle vittime e ai feriti che tutta la nazione è al loro fianco, senza tralasciare un riferimento al tema della circolazione delle armi negli Stati Uniti. Intanto oggi l'autore della strage, il 24enne James Holmes, dovrà presentarsi davanti ai giudici per rispondere del proprio assurdo crimine.

0 commenti