SICILIA TV (Favara) Consiglio provinciale straordinario di Agrigento

Prova il nostro nuovo lettore
siciliatv

per siciliatv

20
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Consiglio Provinciale straordinario aperto ieri ad Agrigento. C'era una massiccia rappresentanza delle istituzioni ieri sera nell'aula "Luigi Giglia" in occasione della seduta convocata dal presidente Raimondo Buscemi per esprimere piena ed incondizionata solidarietà al Presidente della Provincia Eugenio D'Orsi vittima di esecrabili azioni delittuose. Solidarietà è stata anche espressa nei confronti del segretario Generale Giuseppe Vella e dei dirigenti Fabrizio Caruana e Aldo Cipolla. Tutti hanno voluto testimoniare la propria vicinanza riaffermando il loro impegno nel combattere la delinquenza ed il malaffare, in Aula tra gli altri erano presenti anche il prefetto Francesca Ferrandino, l'arcivescovo, Franco Montenegro, il questore Girolamo Di Fazio, i Comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza, rispettivamente i Colonnelli Mario Di Iulio e Vincenzo Raffo ed il vice comandante della Capitaneria di Porto Antonio Cacciatore. Il mondo politico era presente con il senatore Giuseppe Ruvolo, i deputati regionali Roberto Di Mauro, Nino Bosco ed il deputato messinese Cateno De Luca. Presenti anche i segretari provinciali di Cgil, Uil e Ugl rispettivamente Mariella Lo Bello, Carlo Florio e Lillo Volpe. La seduta è stata aperta dal presidente del Consiglio Provinciale Raimondo Buscemiche ha sostenuto l'azione politica di D'Orsi. Nel corso del suo intervento il presidente della Provincia D'Orsi ha ribadito la gravità del gesto di cui è stato vittima. "Non ci servono i messaggi di solidarietà -- ha detto D'Orsi - occorre una forte rivoluzione culturale che distrugga finalmente l'atavica indifferenza davanti ad azioni che colpiscono le istituzioni democratiche". Il Prefetto Ferrandino ha rinnovato l'impegno dell'Istituzione da Lei rappresentata e da tutte le forze dell'ordine a continuare in quell'impegno di lotta alla criminalità esprimendo piena solidarietà al presidente. Ed intanto anche i presidenti dei consigli comunali dei centri agrigentini, dimostreranno la solidarietà nei confronti del Presidente della Provincia D'Orsi in un incontro organizzato a Naro per il prossimo 19 febbraio. La seduta del Consiglio Provinciale si è chiusa con la lettura di un ordine del giorno condiviso da tutti i consiglieri Provinciali e nel quale si invita la società civile e le forze sane a stringersi intorno alla Provincia Regionale, esortando la Magistratura e le forze dell'Ordine a fare piena luce su questi vili atti intimidatori ed invitando il Presidente D'Orsi a proseguire nella sua azione di Governo.

0 commenti