Castel San Pietro Terme (BO) - Rapina a mano armata al Conad, arrestati 2 banditi (19.07.12)

Pupia

per Pupia

657
211 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Castel San Pietro Terme (BO) - Nel pomeriggio di ieri, i carabinieridel Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bologna, aiutati da militari della Compagnia di Imola, hanno arrestato due pregiudicati italiani che avevano appena eseguito una rapina a mano armata al supermercato Conad di via Villa n. 32 di Imola.

I due pericolosi malviventi, dopo un movimentato inseguimento, sono stati bloccati ed arrestati quando si erano fermati al semaforo posto ad un incrocio di viale Repubblica di Castel San Pietro Terme. Poco prima, travisati con caschi da motociclista e guanti, arma in pugno avevano fatto irruzione nel supermercato minacciando la cassiera facendosi con segnare l'incasso (oltre 800 euro), quindi si erano allontanati a bordo di uno scooter (risultato rubato alcuni giorni prima ad un avvocato bolognese).

Grazie alle tempestive telefonate di alcuni cittadini i carabinieri sono riusciti ad accertare in tempi brevi che i rapinatori avevano abbandonato lo scooter in via Cardelli (distante alcune centinaia di metri dal supermercato) per salire a bordo di una Citroen C3 nera (intestata alla compagna di uno dei due). Il veicolo è stato intercettato lungo la via Emilia in direzione di Bologna. Quando la Citroen si è fermata ad un semaforo di viale Libertà di Castel San Pietro Terme, i carabinieri sono intervenuti, circondando l'auto: nonostante ciò, i due rapinatori non hanno esitato a tentare uno strenuo tentativo di fuga, tamponando e speronando le auto militari, senza comunque riuscire nel loro intento.

Dopo averli immobilizzati, i militari hanno ritrovato nella loro auto i due caschi ed i guanti usati per il travisamento e un cambio completo di vestiti. Sotto uno dei sedili anteriori è stato inoltre rinvenuto un revolver carico con matricola abrasa. Per i due malviventi - Carmine Levote, 48enne originario della provincia di Crotone e Ivan Casali, 41enne bolognese -, entrambi pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e residenti a Bologna, sono così immediatamente scattate le manette con l'accusa di rapina, ricettazione, porto abusivo di arma da fuoco, resistenza e danneggiamento, tutti reati aggravati in concorso. ilrestodelcarlino.it (19.07.12)

0 commenti