Denver, testimone racconta strage: c'era gente coperta di sangue. Era al cinema per "Batman": abbiamo sentito spari, poi il fumo

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

912
49 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Denver, (TMNews) - "Cerano cinque feriti che zoppicavano, era pieno di sangue, ho visto una ragazza completamente coperta di sangue e non sembrava avere delle ferite: questo mi ha fatto pensare al peggio". Dal racconto di un testimone, trasmesso dalla Cnn, la ricostruzione dei drammatici momenti seguiti alla sparatoria in un cinema multisala di Aurora, città statunitense vicino a Denver, in Colorado. Questo ragazzo, con sua sorella e altre decine di persone, stava assistendo alla prima de "Il cavaliereoscuro - il ritorno", l'ultimo capitolo della 'saga' di Batman, quando un folle è entrato e ha aperto il fuoco all'impazzata, facendo 14 morti e almeno 50 feriti."Stavamo guardando una scena del film, era una scena con una sparatoria, quando ci siamo accorti che c'era un rumore degli spari alle nostre spalle: poi tutto è stato avvolto dal fumo, tutto il teatro, era molto fitto, e non riuscivamo a vedere niente, io e mia sorella ci siamo chiesti cosa stesse accadendo" racconta ancora turbato. La prima reazione, istintiva, è stata quella di scappare."Quando abbiamo sentito i primi spari mia sorella mi ha subito arpionato il braccio e siamo usciti, il più velocemente possibile" racconta.

0 commenti