Strage di turisti israeliani in Bulgaria, parlano i testimoni. Almeno sette morti e oltre 30 feriti: accuse all'Iran

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

906
49 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Sofia (TMNews) - Strage di turisti israeliani su un autobus a Burgas, località turistica della Bulgaria. Le vittime dell'attentato, che potrebbe essere opera di un kamikaze, sono almeno sette, e più di trenta sono i feriti, di cui alcuni molto gravi, praticamente tutti di nazionalità israeliana. "C'erano vetri rotti - racconta una testimone bulgara - sangue e resti umani da tutte le parti, sui taxi tutt'intorno"."Siamo usciti dal nostro autobus - aggiunge un turista russo - e c'erano fiamme da tutte le parti, così siamo scappati. Abbiamo visto il sangue e non sapevamo cosa fosse successo. Una donna ci ha parlato di un'esplosione su un autobus".La notizia della strage pesa come un macigno sulla già complessa situazione mediorientale e rischia di innescare pesanti conseguenze. Israele, per bocca tanto di Netanyahu quanto di Barak, accusa l'Iran, ritenuto responsabile di "un'ondata mondiale di terrorismo" sponsorizzata da Teheran. Tra l'altro l'attacco è avvenuto nel 18esimo anniversario di un'altra strage di israeliani, compiuta a Buenos Aires nel 1994.(immagini AFP)

0 commenti