Benzinai sul piede di guerra: sciopero nei giorni dell'esodo. Il garante interviene: no alla serrata il 3 agosto

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
33 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Il grande esodo agostano, che da decenni contraddistingue le vacanze all'italiana, rischia quest'anno di essere ancora più difficile a causa dello sciopero proclamato dai benzinai nel weekend che va da venerdì 3 a domenica 5 agosto. L'agitazione, che nasce dalla protesta degli esercenti contro le politiche dell'industria petrolifera, prevede la chiusura totale di tutti gli impianti, self service compresi, sia sulla rete ordinaria che su quella autostradale. I sindacati dei benzinai accusano i petrolieri di spingere i gestori al fallimento, e parlano di 120mila posti di lavoro a rischio. Subito dopo l'annuncio della protesta, comunque, è intervenuto il garante degli scioperi Roberto Alesse: il 3 agosto è una data che rientra nel periodo di franchigia e non sono possibili agitazioni. Per i successivi due giorni, invece, il garante ha chiesto di assicurare i servizi minimi di base.

0 commenti