Voci da Treimsa, il villaggio siriano della strage negata. La disperazione degli abitanti fra le macerie

askanews

per askanews

871
8 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Treimsa, (TMNews) - I ribelli siriani parlano di oltre 150 morti civili e la chiamano strage, il governo siriano nega e la chiama operazione militare contro terroristi armati; le immagini e le voci raccontano di un villaggio distrutto e di una popolazione terrorizzata. Siamo a Treimsa nei giorni scorsi finita sotto i violenti bombardamenti e gli attacchi dell'esercito di Assad."Noi abitiamo con 10 bambini in questa casa - racconta una donna - I banditi di Assad l'hanno bruciata e distrutta. Ci hanno torturato, gli aerei e i carri armati ci sparavano. Noi non abbiamo elettricità, acqua, dove possiamo andare? Siamo forse dei terroristi?".I combattenti raccontano scene di orrore."Hanno arrestato civili non armati, sono bruciate 8 persone in questa stanza, 7 nell'altra"."Hanno portato due persone e le hanno messe sul materasso. Hanno sparato e poi hanno tagliato loro le teste; è qui che hanno commesso questo crimine".Ovunque ci sono i resti della devastazione."All'inizio hanno attaccato questa scuola, utilizzando aerei e carri, ci hanno colpito duramente, hanno ucciso anche gli animali" racconta quest'uomo davanti alle macerie e saluta dicendo, Dio uccida Bashar al Assad.(Immagini Afp)

0 commenti