Le favole contemporanee della pittrice Elisabeth Strigini. Una mostra alla Permanente di Milano: suggestioni senza tempo

askanews

per askanews

846
169 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - C'è qualcosa che non si riesce a definire nella pittura di Elisabeth Strigini, artista francese di nascita, ma trapiantata nel mondo anglosassone. Qualcosa che tocca nel profondo e con semplicità, forse perché il suo lavoro, cui la Permanente di Milano dedica una grande mostra monografica, si muove nel solco di una tradizione senza tempo. "Costruisco i miei dipinti - ci ha spiegato l'artista - come storie, come una risposta alle mie riflessioni sulla vita. Per me dipingere non ha età, è qualcosa che è senza tempo".Al centro della mostra, giustamente intitolata "Contemporary tales", ci sono i quadri ispirati alle favole classiche, comunque rivisitate con occhi e iconografie del contemporaneo, come spiega la curatrice della mostra Chiara Gatti. "Estrapola certi personaggi, da Biancaneve a Capuccetto Rosso e li trasforma in qualcosa di molto moderno, molto contemporaneo, come se fossero il riflesso delle nostre paure. In questo senso la mostra parte proprio dalla rilettura di queste fiabe e arriva a toccare temi sociali e molto quotidiani".Tra sacre deposizioni con autoritratto e Spice Girls coloratissime, i quadri di Elisabeth Strigini rinnovano la suggestione della pittura, anche al tempo di Internet. "Io provo solo - ha concluso - a rispondere alle mie domande andando attraverso il passato verso il futuro".La mostra, gratuita, resterà aperta al pubblico fino al 13 settembre.

0 commenti