Race Across America, la gara più pazza e sfibrante del mondo. Una corsa ciclistica non stop di 5.000 km attraverso gli Usa

askanews

per askanews

885
189 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Ci sono molti modi per farsi del male. La Race Across America è uno dei più efficaci. Per gli organizzatori è una gara di ultracycling che mette alla prova le doti di resilienza sopite nel più profondo di noi stessi. Nel concreto si tratta di una maratona ciclistica transcontinentale e non-stop, avete capito bene , che attraversa l'America per quasi 5mila chilometri, attraverso 12 stati. Il vincitore, Reto Schoch, ha tagliato il traguardo 8 giorni 6 ore e mezzo dopo la partenza, più incredulo di essere sopravvissuto che felice per la vittoria:"Non ha mai avuto problemi. Mentalmente sono sempre stato a posto, sapevo quanto mangiavo e che cosa doveva mangiare. Sono piuttosto sorpreso che tutto sia andato così bene".La Race Across America, il vertice masochistico dell'ultracycling, è la gara di resistenza più lunga del mondo e attira atleti, per lo più dilettanti, da ogni angolo del globo con uno slogan emblematico: Miles of pain, the price of glory. Miglia di sofferenza, il prezzo della gloria.Secondo George Thomas, direttore della corsa, le motivazioni dei partecipanti sono legate soprattutto alla scoperta della propria resilienza, la capacità di andare avanti, grazie al controllo mentale, oltre la soglia della prostrazione:"Solo per pochi corridori si tratta di vincere. Per il 90% degli altri è una sfida interiore, per spingersi oltre i propri limiti, per vedere sino a quanto si può davvero resistere".(Immagini AFP)

0 commenti