Letizia Muratori, un romanzo sulla lettura e sulle "omissioni". La scrittrice presenta "Come se niente fosse" (Adelphi)

askanews

per askanews

868
56 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Un altro romanzo che parla della nostra società con uno sguardo capace di essere al tempo stesso molto preciso e intelligentemente laterale. "Come se niente fosse", che esce per Adelphi, è l'ultima fatica di Letizia Muratori, scrittrice che, libro dopo libro, si conferma una voce di primo piano sulla scena italiana. E questa volta, al centro del romanzo c'è soprattutto la lettura. "Questo - chi ha spiegato la scrittrice - è un libro che ha al centro del suo racconto la lettura, proprio l'atto di leggere. Nel corso della mia vita di scrittore ho incontrato moltissimi lettori interessanti e sottili e questo personaggio di Giacinta è un po' un modo di rendere omaggio a questi lettori inventandomene uno, un sper-lettore, che fosse molto divertente da scrivere e che avesse dentro l'eredità di molti personaggi letterari".Cifra stilistica di Letizia Muratori è anche il senso di perdersi, pur restano "a casa propria". E i suoi personaggi brillano di una caratteristica misteriosa. "Sono personaggi, in tutti i libri che ho scritto, sono presi in ostaggio da qualcosa".E acconto alle storie, toccanti o aspre, delicate o violente, Letizia Muratori da alcuni anni sta effettivamente raccontano l'Italia di oggi. "Cerco di affrontarla mai direttamente, perché trovo che l'Italia sia un Paese che in qualche modo si vede meglio per omissioni".Dopo "Il giorno dell'indipendenza" e "Sole senza nessuno", anche "Come se niente fosse" è un romanzo da tenere presente.

0 commenti